collezzionisti

A Napoli per "DiscoDays" la mostra del vinile

Supportiamo l'iniziativa che promuove la cultura del vinile l'appuntamento DiscoDays la Mostra mercato del disco presso ArtGarage di Pozzuoli (Na).

All'indirizzo www.discodays.it è possibile ricevere info su come partecipare in qualità di espositori.

L'appuntamento nasce dal desiderio condividere uno spazio dove ascoltare, parlare, fare musica.[...]

Arriva "MiamiSwing" by Renzo Arbore

La sua è una collezione da far invidia agli amanti degli oggetti in plastica. Ne possiede un numero infinito.

Ne parlavamo durante il nostro ultimo incontro quando mi raccontava  che stava per firmare una collezione di mobili da arredo “MiamiSwing by Renzo Arbore”.[...]

Intervista audio a Renzo Arbore: "Una vita fatta da grande passioni"


6:52 minutes (2.75 MB)

La protagonista della sua vita è la musica “una folgorazione avuta da giovane”.
In occasione del Premio Barocco al microfono di Patrizio Longo incontriamo il maestro Renzo Arbore che ironicamente gioca con la parola “maestro” ricordando una riflessione dell'amico Vittorio Gamsan.
Un riferimento anche alla collezione di Arbore sugli oggetti in plastica conseguenza delle spiccate note creative che hanno portato lo showman a firmare anche una collezione di mobili da arredo.

Intervista a Gilles Peterson

Dj, Produttore, Creativo in quale di queste vesti ti senti più a tuo agio?

Io sono un dj della radio e dei locali (club). Questo è il mio ruolo principale.

Verso quale direzione sta andando la musica underground?

Penso che sia in atto un principio di rivoluzione nel Jazz da parte di chi lo apprezza rispetto a quanto accadeva circa quindici anni fa in Gran Bretagna. La musica underground viene apprezzata maggiormente come anche un certo tipo di hip hop UK, indie rock. Dove si arriverà? Chi lo sa! Da qualche parte interessante spero...

Intervista audio a I Maniaci dei Dischi


3:41 minutes (1.48 MB)

Painè dei I Maniaci dei Dischi si raccontano al microfono di EXTRANET.

Intervista a Dj Painè di Maniaci dei Dischi

Da dove nasce questo “bizzarro” nome?

Dalla nostra comune passione per i vinili. Ne collezioniamo, ascoltiamo e suoniamo tonnellate, con 4, 5, 6 giradischi. Adesso li facciamo anche (i dischi).

I vostri dj set sono dei veri e propri crossover di stili. Quali gli elementi primari in questa mistura di suoni?

Ci sono pezzi bellissimi e ottimi da ballare da ogni tempo e genere. Cerchiamo di suonarne molti creando un mix unico ogni volta, combinando il passato con il futuro, partendo dai breakbeat del funk e del soul, miscelandoli con jazz, drum’n’bass, house, hip hop, dub... Generalmente uno dei tre dj si occupa del groove principale e mixa i dischi che hanno la batteria. Gli altri due sovrappongo parti vocali, strumenti addizionali ed effetti da disco. L’elemento principale resta comunque il ballo, e chi balla. E’ per loro l’attenzione maggiore.

Segui Patrizio Longo su...