Richard Dorfmeister

Intervista a Richard Dorfmeister, l'incontro in...Tenda

In una fredda serata invernale, in una tenda da circo ancora spoglia, incontriamo Richard Dorfmeister. Sono le 20.30, e come annunciato fervono i preparativi per il dj set firmato G-Stoned. Richard, sempre disponibile, risponde ad alcune domande che si ricollegano al precedente incontro di luglio 2005 quando era appena stato pubblicato il lavoro J.A.C.

Non sono cambiati molti aspetti e scelte musicali in Dorfmeister che da tempo ha intrapreso un percorso musicale spesso accompagnato da Rupert Huber dove alla base si trova un suono risultato del mix fra house, dub, jazz.[...]

Intervista audio a Richard Dorfmeister, "in...Tenda"


8:54 minutes (3.57 MB)

In una fredda serata invernale, in una tenda da circo ancora spoglia, incontriamo Richard Dorfmeister. Sono le 20.30, e come annunciato fervono i preparativi per il dj set firmato G-Stoned. Richard, sempre disponibile, risponde ad alcune domande che si ricollegano al precedente incontro di luglio 2005 quando era appena stato pubblicato il lavoro J.A.C.

Non sono cambiati molti aspetti e scelte musicali in Dorfmeister che da tempo ha intrapreso un percorso musicale spesso accompagnato da Rupert Huber dove alla base si trova un suono risultato del mix fra house, dub, jazz.

Aspettando Richard Dorfmeister "in...Tenda"

Prossimo appuntamento da non perdere sarà quello con Richard Dorfmeister, incontrato  diverse volte al nostro microfono, che il 4 gennaio proporrà il dj set nella rassegna Chi vuol intendere in..Tenda organizzata da Cesare Dell'Anna.

Richard Dorfemeister è considerato fra i personaggi più interessanti della scena musicale contemporanea. Con Peter Kruder ha realizzato "Delhi 9", divenuto icona della club culture di matrice viennese. Recentemente ha realizzato alcune suonerie personalizzate per un modello di telefono Nokia.

Sarà un dj set decismanete interessante per capire i nuovo scenari europei di un'Artista sul podio della scena.

foto via Flickr

Intervista a Dorfmeister e Huber del progetto Tosca

tosca

Richard Dorfmeister e Rupert Huber ci hanno abituato ad assaporare le loro uniche atmosfere spesso tratte anche da scorci di vita privata in questo progetto che prende il nome di Tosca. In occasione dell’arrivo di Joshua, Arthur e Conrad il duo viennese realizza J.A.C. niente altro che l’acronimo delle iniziali dei figli.
Richard Dorfmeister e a Rupert Huber raccontano la loro esperienza musicale in EXTRANET fra sonorità funky e groove nel classico suono di Vienna.

Cosa ci puoi dire riguardo al titolo del nuovo album “J.A.C.” ?

Richard Dorfmeister: L'album si chiama J.A.C. sono le iniziali dei nomi dei nostri figli. I loro nomi sono Joshua, Arthur e Conrad. L'intero album è dedicato ai nostri figli.

Line di confronto fra J.A.C. e il vostro precedente album "Delhi 9"?

Richard Dorfmeister: Quello che cerchiamo di fare è tentare di restare nel nostro stile. Siamo molto influenzati dalle tendenze del momento. Non proviamo a creare un album electro o rock solo perché “funziona”. Noi rimaniamo con le nostre idee.
Ci conosciamo da tantissimo tempo, abbiamo creato uno stile suonando insieme con le nostre jam e in studio. Questo approccio puo' con la musica puo risultare poco serio in realtà non lo è affatto. In studio noi ci divertiamo è difficile da spiegare. [...]

Intervista audio Richard Dorfmeister e Rupert Huber - Tosca


6:40 minutes (2.68 MB)

Richard Dorfmeister e Rupert Huber ci hanno abituato ad assaporare le loro uniche atmosfere spesso tratte anche da scorci di vita privata in questo progetto che prende il nome di Tosca. In occasione dell’arrivo di Joshua, Arthur e Conrad il duo viennese realizza J.A.C. niente altro che l’acronimo delle iniziali dei figli.

Richard Dorfmeister e a Rupert Huber raccontano la loro esperienza musicale in EXTRANET fra sonorità funky e groove nel classico suono di Vienna.

Tosca - J.A.C. (K7/ Audioglobe)

tosca

Si ritorna a parlare del suono proveniente da Vienna. Richard Dorfmeister e a Rupert Huber ci hanno abituato ad assaporare le loro uniche atmosfere spesso tratte anche da scorci di vita privata in questo progetto che prende il nome di Tosca. In occasione dell’arrivo di Joshua, Arthur e Conrad il duo viennese realizza J.A.C. niente altro che l’acronimo delle iniziali dei figli. [...]

Segui Patrizio Longo su...