America

I Kraftwerk suonano con i Radiohead

I Radiohead nelle date in Sud America, per le città del Messico, Brasile, Argentina e Cile, suoneranno sul palco insieme ai Kraftwerk con Ralf Hütter l'ultimo rimasto dei  fondatori.

La band tedesca nota prima con il nome Organisation (1970) e successivamente con quello di Kraftwerk (in italiano Centrale Elettrica) si fonda nella città di Düsseldorf nel 1970 presso il Conservatorio della città dall'incontro di Ralf Hütter e Florian Schneider, quest'ultimo sembrerebbe aver abbandonato il progetto.[...]

Grandmaster Flash: "The bridge: concept of a culture" nuovo disco in studio

Grandmaster Flash, nato nel Bronx il quartiere americano, è considerato uno dei fondatori della cultura hip-hop e ideatore di alcune tecniche di Djing quali: lo scratch, il mix cutting, il backspinning e punch-praising. 

Nella sua ricca discografia di Grandmaster Flash, non può non essere ricordato il singolo The Message, che da anche il nome al disco. Singolo ricordato per essere la prima canzone a parlare del problema del ghetto americano.[...]

Coco Tea sostiene "Barack Obama"

Diversi gli Artisti che hanno contribuito, come anticipato a favore della campagna di comunicazione, per l'elezione di Barack Obama, nuovo presidente degli Stati Uniti D'America. Anche dalla Giamaica arriva una canzone a sostegno del candidato da Calvin Scot.

L'Artista fin dai primi anni 80 è stato considerato fra i personaggi più raffinati della nuova scena reggae.

Nato il 3 settembre 1959 a Rocky Point nel parish di Clarendon, prima di arrivare al successo ha registrato, all'età di quattordici anni, alcuni brani riscosso interesse. Dopo questa esperienza ha lavorato come fantino e pescatore fino al 1983 quando stabilitosi a Kingston decide di cambiare nome scegliendo l'attuale Coco Tea.

Questa data, probabilmente, rappresenta la svolta artistica, in quanto, riuscirà a scrivere una serie di brani di successo come “Rocking dolly”, “I lost my Sonia” ed “Informer” che in breve tempo diventeranno delle hits nella scena dancehall degli '80, forse merito anche dell'aver firmato un contratto con Junio Lawes, produttore di origini giamaicane.

Coco Tea negli anni arricchisce la propria cultura musicale ed abbraccia la fede del rastafarianesimo. Successivamente, si trasferisce a New York entrando a far parte della scuderia di Prince Jammys. Siamo, intorno alla fine degli 80, in questo periodo due sono gli Album che meglio rappresentano l'Artista: “The marshall” (1986) e “Come again” (1987).[...]

Dj Muggs e l'Mc Planet Asia ricordano il suono dell’hip-hop in "Pain Language"

A suonare hip-hop di qualità, quello di matrice americane che ti impedisce di essere assente al ritmo, dove il suono è dato da una serie di beats che danno il tempo alle metriche con Dj Muggs (il dj dei Cypress Hill) e l'Mc Planet in Pain Language.

Ascoltando il singolo Lions in the forest si ha l'impressione di tornare indietro nel tempo quando lo stile della musica hip-hop riscuoteva successo nella scena internazionale, eravamo ai primi anni '90.[...]

Intervista ad Enrico Rava: "L'Artista incurante delle convenzioni musicali"

Personalità creativa quella di Enrico Rava. Considerato il jazzista italiano più noto all'estero.

Le sue prime apparizioni nella scena jazz risalgono ai primi anni '70. Il suo stile è di matrice jazz innovativa con forti richiami alla tradizione classica.

Attualmente fra i diversi progetti nei quali è impegnato risulta quello insieme a Sergio Rubini nella rappresentazione di uno scritto di Andrea Camilleri mai pubblicato per documentare la vita del jazzista.

La storia crea una linea temporale fra due città: la Sicilia e New Orleans, la patria del jazz segnata dalla catastrofe dell’uragano Katrina. Apparentemente così distanti fra loro per tradizioni e stili di vita, al contrario legate dalla musica.[...]

Intervista audio ad Enrico Rava: "L'Artista incurante delle convenzioni musicali"


19:12 minutes (7.7 MB)

Personalità creativa quella di Enrico Rava. Considerato il jazzista italiano più noto all'estero.

Le sue prime apparizioni nella scena jazz risalgono ai primi anni '70. Il suo stile è di matrice jazz innovativa con forti richiami alla tradizione classica.

Attualmente fra i diversi progetti nei quali è impegnato risulta quello insieme a Sergio Rubini nella rappresentazione di uno scritto di Andrea Camilleri mai pubblicato per documentare la vita del jazzista.

La storia crea una linea temporale fra due città: la Sicilia e New Orleans, la patria del jazz segnata dalla catastrofe dell’uragano Katrina. Apparentemente così distanti fra loro per tradizioni e stili di vita, al contrario legate dalla musica.

Al microfono di Patrizio LONGO incontriamo Enrico Rava per raccontare questa linea ideale fra le righe del jazz.

Il ritorno della New Wave in "The Regeneration Tour"

E nel frattempo che in Italia i Pooh lanciano “ReGeneration” il tour che vede la Band impegnata nel reinterpretare grandi successi degli anni '70 e '80, l'America si prepara ad essere invasa, in un corso e ricorso storico, dalla musica New Wave che ha caratterizzato: mode, culture, stili di vita degli anni '80.

Una vera e propria British Invasion che avrà come protagonisti nomi storici come Human League, Abc, Dead or Alive ed altri gruppi minori che hanno segnato una svolta musicale dei teen ager del periodo.

Come tutti i fenomeni d'oltremanica anche questo avrà una forte ricaduta sulla scena europea pronta ad accogliere il ritorno di uno stile musicale e culturale dal carismatico fascino.

Erano gli '80 quando un nuovo termine veniva coniato, parola d'ordine “Look” sinonimo di immagine, acconciature. Insomma un insieme di elementi che caratterizzavano esteticamente l'aspetto dell'individuo.

The Regeneration Tour” il nome dell'evento che partirà il prossimo agosto da Phoenix e si concluderà il 29 ad Atlanta passando per le principali città americane.[...]

Segui Patrizio Longo su...