randagismo

Il cinema aiuta il randagismo "Belle & Sebastien"

Il cinema aiuta il randagismo "Belle & Sebastien"

L’OIPA Italia Onlus ha dato il patrocinio al lancio italiano di Belle & Sebastien, il film di Nicolas Vanier ispirato alle novelle di Cécile Aubry e alla serie animata anni '80 che ha appassionato più di una generazione, in uscita nelle sale il prossimo 30 gennaio distribuito da Notorious Pictures.

Per ogni biglietto venduto dal 30 gennaio al 28 febbraio nel circuito UCI CINEMAS, Notorious Pictures devolverà €. 0,10 a sostegno delle attività di salvataggio e recupero di cani senza famiglia che l’OIPA porta avanti quotidianamente nelle regioni del Sud Italia, le più colpite dal fenomeno del randagismo. L’iniziativa sarà realizzata con il sostegno editoriale del Gruppo Finelco.

Ambientato durante la Seconda guerra mondiale, il film narra la storia del piccolo orfano Sebastien e della sua amicizia con Belle, un grande cane dei Pirenei che abita nei boschi intorno al paese e che dovrà difendere da chi lo ritiene un feroce e pericoloso predatore.

I randagi di Napoli: come i rifiuti

I randagi di Napoli: come i rifiuti

Nuvola, Cotoletta, Pagnottella, e poi ancora Pallino, Filippo, Giorgio. Questi sono solo alcuni dei tanti trovatelli salvati dalla sezione OIPA di Napoli. Tante le storie tristi, di abbandono e maltrattamento fra le via di Napoli.

Ogni giorno la sezione OIPA di Napoli si occupa di loro e di molti altri randagi bisognosi di cure e affetto. Alcuni si trovano in stallo presso un terreno adibito a rifugio, altri sono seguiti sulla strada, sfamati e accuditi regolarmente. Le emergenze a cui la sezione si trova a far fronte sono innumerevoli. Continue sono le segnalazioni che arrivano alla delegata e quotidiani sono i recuperi di animali abbandonati o maltrattati.

Per aiutare la sezione di Napoli potete fare un'offerta In alternativa è possibile anche inviare cibo e tutto il materiale utile al sostegno dei randagi: crocchette e umido, medicinali (farmaci come ivomec, bassado, cefazoline, antiparassitario, antibiotico) coperte, cucce.

Infine, tutti i trovatelli in stallo presso la sezione aspettano solo voi: cercano una famiglia che possa regalargli quell'affetto e quella serenità che fino ad ora nessuno ha saputo donargli. Di seguito le pagina con le loro storie e le foto: www.oipa.org/italia/sezioni/adozioni/napoli-cani

Il Parlamento Europeo a favore della Vivisezione anche sui randagi

Il Parlamento Europeo a favore della Vivisezione anche sui randagi

Mi sembra sia una decisione lontana da uno "Stato" che si definisce civile. Riporto un articolo dalla newsletter di OIPA del 10.09.2010.

DIRETTIVA UE SULLA VIVISEZIONE: MOLTI MOTIVI IN PIU' PER ESSERE A ROMA

L'8 settembre il Parlamento Europeo ha votato a favore della nuova direttiva comunitaria sulla sperimentazione animale, una direttiva che nel corso dei mesi aveva avuto vistose manipolazioni a favore della lobby farmaceutica e della vivisezione. La nuova Direttiva è sicuramente peggiorativa per gli animali sotto molti punti di vista e tutto il mondo dell'animalismo, dell'associazionismo e non solo ha cercato di bloccarne l'approvazione. Dopo tanti anni di impegno i politici continuano a fare passi indietro e avvallare un massacro ingiustificato e spietato, consumato freddamente nel nome della ricerca scientifica.

Questo giocoforza deve spingerci a riflessioni sull'agire in nome degli animali torturati, che potremo e dovremo fare nei mesi e gli anni a venire. Ma deve anche spingerci nell'immediato ad una reazione. Non possiamo ogni volta accettare in silenzio, ogni volta farci trarre in inganno dal gioco della politica, ogni volta lasciare che dall'alto di un parlamento europeo alcuni umani possano decidere le sorti di milioni di animali che dovranno patire pene infernali. Non possiamo più aspettare, delegare, soffrire, perdere e lasciar morire tutti quegli esseri viventi senza nome e senza voce.

E' ora di dire basta e di reagire!

Abbiamo dalla nostra la forza dell'empatia e la forza della determinazione. Abbiamo la forza dei numeri, se decidiamo di muoverci davvero tutti. Abbiamo la forza di un movimento che sa di lottare per qualcosa di giusto, contro un sistema di sfruttamento generalizzato, degli animali e non solo. Avremo la capacità di dimostrarla questa forza?

Il 25 settembre è un momento che acquista a questo punto un valore ancora maggiore. Di fronte a questa ennesimo abuso di potere da parte delle multinazionali farmaceutiche e dei politici a loro asserviti, potremo dire un forte NO alla vivisezione, NO alla Direttiva Europea, NO al business senza scrupoli dei vivisettori e degli allevamenti lager come Green Hill.

Quale momento migliore per portare attenzione sulla tematica della vivisezione a Roma?

Siamo venuti a conoscenza della volontà da parte di alcune persone, vista l'impossibilità di essere presenti a Roma, di voler organizzare cortei o manifestazioni in altre città il 25 settembre. Noi, come organizzatori del corteo nazionale, non ostacoleremo ne ci opporremo mai all'organizzazione di tali proteste ma vorremmo far riflettere gli eventuali promotori sul reale aiuto che potrebbero dare iniziative del genere. Pensiamo che cortei in altre città lo stesso giorno non aiuteranno la riuscita della protesta, anzi, pensiamo che limiteranno la presenza a Roma, ciò che di fatto rimane la cosa più importante da fare. Suggeriamo pertanto a tutti coloro che non potranno essere presenti e vorranno organizzare iniziative di supporto, che il miglior aiuto che possono fornire è organizzare sicuramente proteste o cortei minori nelle altre città, ma nei giorni o fine settimana seguenti al corteo, dimostrando con forza che la protesta che stiamo attuando in nome di tutti gli animali torturati dentro i laboratori può essere più continua ed efficace. Il nostro aiuto, supporto e vicinanza a queste iniziative non mancherà sicuramente.

Non possiamo attendere oltre, è ora di cambiare qualcosa! E solo noi, dal basso e dal profondo del nostro cuore, possiamo farlo. Per la liberazione animale, Coordinamento Fermare Green Hill.

SABATO 25 SETTEMBRE 2010 CORTEO NAZIONALE CONTRO LA VIVISEZIONE A ROMA, Piazza della Repubblica, Ore 15.00

Pullman da diverse regioni:

BOLOGNA: bologna25settembre@yahoo.it
BRESCIA: brescia25settembre@yahoo.it
FIRENZE: firenze25settembre@yahoo.it
GENOVA: genova25settembre@yahoo.it
MILANO: milano25settembre@yahoo.it
NAPOLI/CASERTA: napoli_caserta25settembre@yahoo.it
PUGLIA: puglia25settembre@yahoo.it
RIMINI: rimini25settembre@yahoo.it
VENETO: veneto25settembre@yahoo.it

Il randagismo è un crimine dell'uomo. La portesta delle Associazioni

Vogliamo affermare con forza i diritti dei nostri amici pelosi, ribellarci alle spedizioni punitive contro i randagi, denunciare l’uccisione dei branchi e far capire alla gente di chi è veramente la colpa se il meridione d’Italia versa in questo stato di anarchia e inadeguatezza.

La newsletter di OIPA invita a manifestare contro la strage che sta avvenendo in Sicilia e far assumere le proprie responsabilità a chi di dovere, non ai randagi.

La manifestazione è fissata per sabato 28 marzo a Catania in P.zza Roma ore 16,30.

Le associazioni animaliste e ambientaliste denunciano le inadempienze dei comuni in Sicilia in questo articolo.[...]

Oipa e City Angels in spiaggia in piazza contro l'abbandono

Volontari Oipa e City Angels in spiaggia in Piazza Castello a Milano contro l'abbandono degli animali.

In Piazza Castello a Milano il 17/07/08 saranno presenti Ellen Hidding, Beppe Convertini e Jo Squillo.

Con la partecipazione istituzionale di Gianluca Comazzi, Garante per la tutela degli animali del Comune di Milano, di Edgar Meyer, responsabile dell'ufficio diritti animali della Provincia e con il contributo del quotidiano Metro che ogni estate riserva uno spazio a di "di metro mi Fido" sezione del giornale che si occupa di randagismo e abbandono.

Anche quest'anno i nostri ombrelloni colorati, gli asciugamani e le sdraio, i nostri volontari vestiti da spiaggia e tanti cani scodinzolanti simuleranno una felice vacanza in spiaggia, tutti insieme, idealmente senza abbandoni.[...]

Enpa - canpagna contro l'abbandono estate 2007

"CHIAMATE IL MIO AVVOCATO"

La campagna dell'Enpa contro maltrattamento, abbandono e uccisione di animali.

Un giovane uomo sembra muoversi all'interno di un canile. Ma, dopo un repentino cambio di inquadratura, risulta evidente che siamo in un carcere e che la gabbia è per lui, non per i cani. E', questo, il nuovo spot tv dell'Ente Nazionale Protezione Animali.
Quest'anno, dopo tanti anni, l'Enpa ha deciso di non fare una specifica campagna di sensibilizzazione contro l'abbandono estivo degli animali. Perché l'abbandono non è un fenomeno tipicamente estivo, ma si “spalma” nei dodici mesi dell'anno. La più grande associazione animalista italiana vuole, nell'estate del 2005, ricordare che la legge è uguale per tutti. Anche per chi maltratta, uccide, tortura gli animali. Grazie alla legge 189, infatti, chi uccide o abbandona un animale rischia ora il carcere.

E' partita a metà maggio e si concluderà il 31 agosto la nuova campagna sociale dell'Enpa, patrocinata da Pubblicità Progresso, contro l'abbandono, i maltrattamenti, le uccisioni di animali. Oltre allo spot tv, il piano di comunicazione prevede la diffusione di un comunicato radiofonico di 30 secondi e di una pagina per la stampa quotidiana (nazionale e locale) e periodica. Protagonista dell'annuncio per la stampa è uno splendido cagnolino, con a fianco la scritta: “Chiamate il mio avvocato”. Una campagna, dunque, contro la ferocia umana che emerge chiaramente nel rapporto “Animal killer 2005” presentato recentemente dall'Enpa.

Segui Patrizio Longo su...