horror

Intervista audio a Claudio Simonetti: "Ho sempre amato il cinema horror"


19:19 minutes (7.74 MB)

E' compositore, arrangiatore, produttore discografico, nato a San Paolo in Brasile studia composizione e pianoforte al conservatorio di Santa Cecilia in Roma. Durante il percorso lavorativo per un lungo periodo è stato al fianco del maestro Dario Argento per la composizione di numerose pellicole genere horror.

Al microfono di Patrizio LONGO incontriamo Claudio Simometti per raccontare di questo percorso e del libro "Profondo Rock". La prima biografia a cura di Gabrielle Lucantonio.

Intervista a Gabrielle Lucantonio: "dalla critica alla teoria sulla critica"

E' critico cinematografico e musicale, nel corso della propria esperienza sembra essere stata attratta dal filone del cinema horror in Italia. In particolare più che della critica s'interessa della teoria sulla critica.

Ha scritto, la biografia analitica del compositore Claudio Simonetti: Profondo Rock - Claudio Simonetti tra cinema e musica, da Profondo Rosso a La Terza Madre (Coniglio Editore).

Incontriamo Gabrielle Lucantonio per scoprire quali gli elementi di questa “attrazione”.

Come nasce l'idea di scrivere la biografia di Claudio Simonetti?

E' una lunga storia. Doveva essere un libro sui Goblin, ho iniziato ad incontrare i diversi componenti del gruppo. Strada facendo, per diversi motivi che non voglio elencare, ho cambiato idea, e ho deciso di centrarlo soltanto sulla figura di Claudio Simonetti. Ciò mi permetteva un discorso più ricco, più interessante. Simonetti non è stato solo un Goblin, ma ha anche una carriera propria che è molta ricca. Profondo Rock comunque è una biografia storica-analitica, perché ho cercato attraverso il suo percorso di descrivere alcuni periodi culturali.

Quali erano gli aspetti artistici che volevi evidenziare?

Ho voluto evidenziare che Simonetti non è soltanto un musicista legato al cinema horror, ma che ha attraversato altri generi cinematografici, altri tipi di musiche (solo per fare un esempio, è lui il compositore del Gioca Jouer di Cecchetto), altri tipi di esperienze (la televisione, il produttore discografico). Non è soltanto un tastierista e un compositore di musica elettronica, ma ha una preparazione musicale classica ed è in grado di dirigere un orchestra.[...]

Bem il mostro umano. I cartoni degli anni 80

E' uno fra i cartoni animati che guardavo negli anni '80. Un cartone che mi teneva incollato davanti allo schermo.

La storia è quella di un bambino mostro, Bem che insieme ai suoi compagni: Bara e Bero, in seguito ad un esperimento chimico, si trasformano in terribili creature e combattono gli umani e i mostri al fine di sconfiggere le sopraffazioni fisiche e psicologiche infierite verso i più deboli.

Un cartone di realizzazione giapponese dall'idea di Saburo Sakai e Nobuhide Morikawa (fonte Wikipedia).

La serie è composta da 26 episodi della durata di 25 min circa.

Andato in onda dal 1968 al 1969. In Italia arriva negli '80 e viene trasmesso sulle reti Mediaset in forma ridotta a causa di contenuti, in alcuni episodi ritenuti con temi troppo forti.[...]

Segui Patrizio Longo su...