dub

Intervista ai 99 Posse per "Antifa" il singolo in free download

Il loro suono è inconfondibile. Hanno lasciato un'impronta indelebile nella cultura dub combinata con sonorità di matrice italiana. Adesso ritornano con un nuovo brano, dopo dieci anni dall'ultima pubblicazione.

Al microfono di Patrizio Longo incontriamo i 99 Posse con Marco Messina, bentrovato Marco?

Ciao Patrizio, è da un po' che non ci si sente

Cosa segna questo ritorno, quale sentimento?

Per citare un nostro vecchio classico, "odio mosso da amore" c'è la gioia di tornare a suonare insieme e la rabbia per ritrovarci in un presente che 10 anni fa non avremmo immaginato nemmeno nel più nero dei nostri incubi.

Diversi i progetti musicali che segui in questo caso sei il produttore. Quali i parametri che hai seguito per scegliere i suoni?

Credo che fare musica sia come fare sesso, se fai le cose con la testa riescono male....ci vuole istinto animale abbiamo lavorato come sempre: c' è stata una prima fase in cui abbiamo raccolto suoni e poi di getto a lavorare sui pezzi, Antifa è il primo risultato, presto ce ne saranno altri.

Perché Antifa cosa rivela questa sigla?

Antifa sta per antifascista, è la sigla di un movimento che si propone di riportare il fascismo nel luogo più adatto: le fogne.

In preparazione delle date live da Nord a Sud. A tuo avviso per quale motivo il pubblico è sempre così presente nei vostri live, anche se a volte usate il dialetto?

Perché i nostri concerti sono come dei riti collettivi, delle serate in cui tanta gente si ritrova insieme, unita, oltre che dalle note e dalle parole, anche da un sogno. In un momento in cui la sinistra non riesce più a fare opposizione il ruolo di questi eventi diventa ancora più importante. Ovviamente noi auspichiamo che la situazione cambi presto e che ci sia, di nuovo, un forte movimento che combatta la deriva (s)fascista in cui l'Italia sta sprofondando.

Mi commenti questa vostra dichiarazione: «Siamo i gay, le lesbiche, siamo i nordafricani, siamo ebrei, musulmani, siamo vestiti strani, siamo ispanici e rumeni, siamo rom, siamo slavi, simme napulitane e faticammo a Milano».?

Che dire a riguardo... quelle elencate sono categorie a rischio, continuamente attaccate, spesso anche fisicamente, da pazzi invasati che cascano nella propaganda d' odio diffusa dal partito dell'amore. Se l'italiano perde il posto non è colpa della Fiat che sposta la produzione in Romania, ma dell'immigrato che mosso dalla fame accetta di lavorare a condizioni peggiori di quelle di un operaio nato in Italia. La guerra dei poveri, insomma; tutti contro tutti, gli italiani contro gli "stranieri", i padani contro i terroni; gli unici che si salvano sono i veri nemici, quelli che nonostante la crisi continuano ad arricchirsi.

Intervista ad Almamegretta: "Dubfellas vol. 2" l'incontro con vecchi amici

Intervista ad Almamegretta: "Dubfellas vol. 2"  l'incontro con vecchi amici

Presentano il nuovo lavoro anticipandolo con un disco intitolato Drop & Roll, disponibile sul sito del magazine XL. La pubblicazione ufficiale del nuovo album: Dubfellas vol. 2 è prevista fine aprile su Sanacore Records.

Al microfono di Patrizio Longo con Paolo Polcari di Almamegretta per raccontare questo viaggio nella musica dub. Bentrovato Paolo?

Ciao, bentrovato a te Patrizio.

Nel precedente incontro con Gennaro Tesone raccontavamo il percorso sonoro della band. Adesso il nuovo lavoro che si avvale di importanti collaborazioni, qualche anticipazione?

Come al solito gli Alma mettono insieme energie diverse ed importanti alla produzione di un album, mai come ora è questo un collettivo che riunisce musicisti provenienti da esperienze diverse e multiformi ma che hanno il dub e la musica popolare come comune denominatore.

Questa volta con noi in viaggio c'è Neil Perch di Zion Train che ha anche diviso il palco nella precedente tournée. Inoltre c'è anche Marcello Coleman che è il nostro attuale vocalist ed un'altra vecchia conoscenza come Jilie Higgins e tanti altri.

Dubfellas vol. 2 è un lavoro che rimarca il vostro viaggio nelle sonorità della musica dub cosa differisce dal precedente, quali i punti in comune?

Innanzitutto in comune c'è la musica dub che più che un genere musicale è un tipo di approccio alla fase creativa e produttiva che si svolge in studio.

Intervista agli Insintesi: "Salento in Dub" l'innovazione sonora per il Salento

Intervista agli Insintesi: "Salento in Dub" l'innovazione sonora per il Salento

Salento in Dub è il nuovo lavoro degli Insintesi, duo di compositore salentini che hanno come obbiettivo quello di reinterpretare la musica popolare, della loro terra, attraverso una chiave interpretativa che rimanda a ritmi elettronici, al dub.

Al microfono di Patrizio Longo incontriamo Francesco Adriani De Vito per raccontare di questo ultimo lavoro. Come nasce il lavoro Salento in Dub?

Nasce sperimentando. Quando abbiamo iniziato a lavorare sui brani che poi hanno formato il disco non avevamo coscienza di voler creare un album, noi abbiamo iniziato collezionando una serie di remix. É stato il tempo a focalizzare l’idea, ad un certo punto ci siamo resi conto di avere prodotto tanta musica e che si poteva dare una direzione a questo lavoro.

Avete spostato la chiave musicale verso sonorità reggae?

Sì, in realtà negli anni anche quando eravamo più vicini a sonorità legate alla jungle o d’n’b, abbiamo sempre guardato al reggae come uno dei nostri punti di riferimento, soprattutto abbiamo ascoltato il reggae che più era vicino al dub. Possiamo dire che il dub è sempre stato il nostro punto di riferimento al di là dei generi con cui ci siamo confrontati.

Nuova formula per Almamegretta con Neil Perch il fondatore di Zion Train

Nuova formula per la band partenopea, grazie all'innesto di Marcello Coleman
alla voce e Neil Perch, membro fondatore degli Zion Train, consideratai i pionieri e precursori di quel genere che viene chiamato "Phuture Dub Sound System". Il punto di forza di questa band è dato dalla durata dei live "interminabili".Sono questi gli elementi del cambiamento che porta gli Almamegretta alla realizzazione del nuovo tour che a fine 2008.

Dopo l'uscita di "Vulgus" (Sanacore/Edel) e il successivo tour estivo che li ha visti impegnati per tutta la penisola con circa 70 concerti, il collettivo capitanato da Gennaro T. e Paolo Polcari, riparte con una nuova line up ed un nuovo spettacolo di matrice piu' marcatamente dub/dancehall.[...]

Intervista a Lorenzo Jovanotti Cherubini: "Safari un lavoro dalle scelte differenti"

Appena compiuti i vent'anni di carriera Lorenzo Cherubini presenta il nuovo lavoro dal titolo "Safari". Un disco emozionale che si presenta sul mercato in diversi formati multimediali.

Jovanotti racconta al microfono di EXTRANET questo successo dalla gioventù trascorsa in Radio ai primi amori conquistati per merito del successo raggiunto.
Una nota va anche al prossimo festival di Sanremo di cui confessa un affetto particolare.

Ed eccoci qui, al microfono di Extranet! Subito entriamo in contatto con uno dei personaggi del momento, Lorenzo Jovanotti. Ciao Lorenzo!

Ciao, ciao!

Dicevo…

Mi fa un certo effetto sentirmi definire “personaggio del momento”, devo dire. Beh, fa un effetto perché alla fine compio vent’anni di vita [n.d.r. artistica]. Devo dire che è un piacere, uno dei più grandi, è proprio un piacere… musica per le mie orecchie.[...]

Intervista audio a Lorenzo Cherubini: "Safari un lavoro dalle scelte differenti"


12:00 minutes (4.81 MB)

Appena compiuti i vent'anni di carriera Lorenzo Cherubini presenta il nuovo lavoro dal titolo "Safari". Un disco emozionale che si presenta sul mercato in diversi formati multimediali.

Jovanotti racconta al microfono di EXTRANET questo successo dalla gioventù trascorsa in Radio ai primi amori conquistati per merito del successo raggiunto.
Una nota va anche al prossimo festival di Sanremo di cui confessa un affetto particolare.

Arriva lo Showcase vol.1 da Italian Dub Community

Italian Dub Community Showcase volume one è l'ultimo progetto concepito dalla Italian Dub Community, una comunità online che è riuscita a raccogliere attorno a se produttori, sound systems, collezionisti di vinile ed appassionati del suono e della Cultura dub e roots-reggae da ogni parte d'Italia e non. Si tratta di una compilation alla quale hanno contribuito 10 produttori del panorama dub italiano producendo ognuno un brano più la relativa dub-version.[...]

Intervista a Raiz

Incontriamo Raiz mentre è in studio di registrazione alla realizzazione del nuovo lavoro che vedrà la collaborazione di alcuni fra i nomi più prestigiosi della scena fra cui il mitico Bill Laswell ed amici di sempre. [...]

Segui Patrizio Longo su...