anni 80

Intervista a Massimo Zamboni dai Mitropank ai CCCP: la storia di una band di "musica melodica emiliana"

Insieme a Giovanni Lindo Ferretti in un incontro nella Berlino degli anni '80 dà vita al progetto Mitropank e con l'arrivo di Umberto Negri la band cambia nome costituendo i CCCP.

Al microfono di Patrizio Longo incontriamo Massimo Zamboni il chitarrista e compositore dei CCCP per raccontare questo percorso quello di una band che ha fatto scuola. Il gruppo si identificano come autori della "musica melodica emiliana" e del "punk filo-sovietico".

Al microfono di Patrizio Longo, incontriamo Massimo Zamboni. Il chitarrista e compositore dei CCCP, qui con noi per raccontare il percorso di una band che ha fatto scuola. Bentrovato Massimo!

Bentrovato!

Ti va di ripercorrere questo cammino - iniziando dagli eventi più recenti, come l'incontro con Nada - per raccontare un periodo della storia del rock in Italia?

Sì, mi va di fare questo racconto. È molto lungo, quindi dovrò farlo per sommi capi, anche perché è stato tantissimi anni fa. Mi piace l'idea di farlo a ritroso, partendo dalle ultime cose per tornare indietro. Una delle cose più recenti è stato questo concerto con Nada, la settimana scorsa a Roma, al Circolo degli Artisti. È un concerto che avevamo già riproposto quattro anni fa, ed era uscito anche un album per Fandango. È stata un'occasione molto curiosa, particolare: per la produzione di un documentario su Nada, lei mi ha chiesto di rimettere insieme quel concerto, rifarlo davanti ad un pubblico e filmarlo per inserirlo nel documentario. Il concerto è andato davvero molto bene, anche al di là delle aspettative. Ci ha rimesso qualche tarlo in testa, e quindi forse ci saranno degli aggiornamenti.[...]

Intervista a Massimo Zamboni dai Mitropank ai CCCP: la storia di una band di "musica melodica emiliana"


10:21 minutes (4.15 MB)

Insieme Giovanni Lindo Ferretti in un incontro nella Berlino degli anni '80 dà vita al progetto Mitropank e con l'arrivo di Umberto Negri la band cambia nome costituendo i CCCP.

Al microfono di Patrizio Longo incontriamo Massimo Zamboni il chitarrista e compositore dei CCCP per raccontare questo percorso quello di una band che ha fatto scuola. Il gruppo si identificano come autori della "musica melodica emiliana" e del "punk filo-sovietico".

Le lettere degli ascoltatori

Il nuovo anno mi fa riflettere sul postare le vostre domande, cercando di dare una risposta dove possibile. E' forse è la stessa situazione di quando lavoravo alla Radio con gli ascoltatori che interagivano attraverso il telefono solo che adesso i tempi sono cambiati e le comunicazioni passano soprattutto da internet. E' cambiato il media non il fine.

Giovanni mi scriveva dicendo: «vorrei chiederti se puoi aiutarmi a cercare un brano di cui non conosco ne l'autore ne il titolo. Ho pochissimi indizi e poi sono trascorsi tanti anni ma forse si può intuire. Mi sembra di aver ascoltato il pezzo diverse volte verso la fine della trasmissione Discoring di fine anni 70 o inizio anni 80, (probabilmente la sigla di chiusura). E' un brano esclusivamente strumentale eseguito quasi sicuramente con tastiera elettronica.[...]

Ascolti Con-Divisi

Connessioni e temi sonori a base di latino-america, elettronica, rock amarcord e breakdance old school:

 

Segui Patrizio Longo su...