No Lager

nolager

Sapevi che potresti essere proprietario di un lager?

Siamo sicuri di no. Siamo inoltre certi che questa affermazione assurda, eppure corrispondente alla realtà. E, purtroppo, non sei l asola persona in questa condizione.
La situazione coinvolge un elevatissimo numero di contribuenti, il cui comune finanzia, con i soldi pubblici, canili privati. Luoghi dove nessuno può accedere senza il permesso dei gestori. Luoghi dove i cani randagi sopravvivono in condizioni disumane. Dove vengono maltrattati e malnutriti, torturati e lasciati morire.

Per questo chiamarli canili ci sembra eufemistico. Per questo li chiamiamo lager.
Parola tristemente familiare, lo sappiamo, ma è l'unica che riesce a rendere l'idea di quello che abbiamo trovato in molti canili privati.

Strutture sovraffollate e totalmente inadatte, senza la necessaria condizioni igIenico-sanitarie, dove cani, privi di qualunque cura veterinaria, subiscono ogni genere di maltrattamento.
Abbiamo trovato cinquecento cani stipati in solo duecento metri quadri, infestati da topi, scarafaggi e ogni genere d'insetti. Cuccioli ancora vivi ammassati all'interno de celle frigorifere, cadaveri gettati in fosse comuni o in cantine.
Molto spesso quello che abbiamo trovato è così orrendo che non riusciamo neppure a raccontarlo. www.nolager.com

Questo ci ha sconvolto, ma cio che ci ha riempito di rabbia è stato scoprire che l'orrore lo paghiamo NOI, lo pagano i nostri comuni.
Lo pagano perché i canili pubblici sono spesso insufficienti o in alcuni casi totalmente inesistenti. Lo pagano perché per alcuni comuni è più semplice dare in appalto ai privati la gestione dei canili, a fronte di un contributo giornaliero che può variare da 2 a 7 Euro per cane. Si tratta di un golosissimo giro di denaro che si aggira intorno ai 500 milioni di Euro all'anno. Un giro che attrae persone senza scrupoli.
Persone che, grazie a convenzioni con le istituzioni locali, riescono ad aggiudicarsi gli appalti. E, siccome ogni cane può fruttare loro migliaia di euro l'anno, tenderanno a bloccare le adozioni. Tenderanno a sovraffollate i loro canili il più possibile. Impunemente e nel silenzio.

Da persone senza scrupoli diventeranno criminali, e trasformeranno un canile in un lager. Ma noi possiamo fermarli. Siamo pronti a combattere una nuova battaglia.

Una Battaglia in cui vorremmo averti al nostro fianco. Una battaglia per chiedere al nostro Governo di bloccare questo fenomeno, di chiudere i canili lager e di arrestare i responsabili. Reclameremo la presenza di ispettori che assicurino ai cani una vita dignitosa. In fondo, è nostro diritto pretendere dai comuni una sempre più corretta gestione del denaro pubblico.

Puoi combattere anche tu: firmando la nostra petizione o facendo una donazione.

Siamo convinti che non ci farai mancare il tuo prezioso aiuto e che anche grazie a te non sentiremo più parlare di lager.

il commento di Ciro Troiano

fonte LAV

leggi i commenti dal vecchio sito

Segui Patrizio Longo su...