Recensioni

MiniVip

I Minivip da Novara sono tra i gruppi di punta della scena mod/powerpop italiana. Il loro sound fortemente connotato dall'hammod è una miscela esplosiva di Soul Jazz, Beat e Brit Pop che racchiude un virtuale incrocio tra Rolling Stones, James Taylor Quartet e Supergrass. [...]

Ryuichi Sakamoto - Chasm - ( KA'+B / Wide - 2005)

Scrivere sul maestro Sakamoto risulta sempre un compito non semplice. Lo abbiamo ascoltato nella sua prima pubblicazione da solita del 1978 “Yellow Magic Orchestra” insieme ad Haroumi Hosono e Yukihiro Takahashi. Collabora con personaggi del calibro di David Bowie, David Byrn, Iggy Pop, Youssou N’dour, Caetano Veloso e con David Sylvian. [...]

Fare Soldi - One Nation Under A Grande Cassa (Riotmaker / Wide)

Per chi ama la musica in tutte le sue differenti sfaccettature l’arrivo del corriere con i dischi non po’ che rappresentare un invito a nozze naturalmente con la creatività degli Artisti.

L’idea è quella di riprendere samples di vecchi comunicati commerciali ed includerli in tracce che spaziano fra diversi suoni dritti verso una rotta ben precisa.
Fare Soldi sono Santana Pasta e Lika Carnifull ritornano con il nuovo disco dopo il successo intitolato “s/t” del 2002. [...]

Les Georges Leningrad - Sur Les Traces De Balck Eskimo (Tomlab / Wide)

Da Montreal in Canada arrivano quattro eclettici artisti che presentano un lavoro punk-funk per alcuni aspetti per altri dance si chiamano Les Georges Leningrad.
Un suono che viaggi in una direzione ben precisa; se per alcuni aspetti sembra vagare nel nulla con un ascolto più attento conferma una linea musicale ben definita,
Il singolo che anticipa l’album è “Supa Doopa” una ritmica incalzante con una voce che sembra delirare. Siamo nel corso e ricorso storico, dove si torna a proporre le ritmiche dei primi anni novanta con l’arrivo della Acid House. [...]

AA.VV. - Monika Force (Monika / Wide)

monika

Lo stile germanico lo si intravede osservando la copertina di questo cd. Contrapposizioni che identificano e disegnano la storia, la cultura, di una nazione. Sì, la società in cui viviamo indubbiamente ci modella secondo uno stile, un’identità propria diversa dalle altre. Allo stesso tempo siamo noi a condizionare cioè che ci circonda. Un loop infinito.


Questa prefazione per mettere in contrapposizione la foto riportata sulla copertina del cd. Il centrino che identifica le culture di stile nord-europee e la freddezza di un personaggio che raffigura un guerriero tecnologico.  [...]

Rodney Hunter - Hunter Files (G-Stone)

Rodney Hunter appare sul mercato con il suo primo album Hunter Files. In realtà intorno alla metà degli anni ’90, come molti dj era in un gruppo chiamato Uptight. Hunter fa parte della ”cricca” di Vienna tra i suoi remix da sottolineare i lavori per Tosca e Peace Orchestra. [...]

Supersystem - Always Never Again (Touch & Go / Wide)

Supersystem

Un disco che per chi ama definire e classificare gli Artisti in generi ben definiti incontrerà molte difficoltà nel farlo. Si chiamano SUPERSYSTEM è sono la nuova veste di un gruppo meglio conosciuto con il nome EL GUAPO che alcuni anni fa rivoluzionò l’idea di post-hardcore.

Provengono da Washington DC/New York e dopo aver stampato due lavori su Dischord presentano questo nuovo su Touch & Go. [...]

Ska J - Teék ( Alternative/Venus)

Si intitola Teèk è il secondo lavoro di questa band veneta. Jazz e Ska coesistono in questo disco.
Non a caso la band ha trovato il nome nell’unione dei generi Ska + J(azz). La band è costituita da Marco Furio Forieri al sax e voce, Sandro Caparelli al contrabbasso, Tommaso Viola alla chitarra e voce, Federico Nalesso al trombone, Luca Toso al sax e Cristiano Pastrello"General" alla batteria e voce.

Tarwater - The needle was traveling (Morr Music / Wide)

Tarwater al secolo Ronald Lippok e Berndt Jestram. Dopo la conclusione del contratto con Kitty-Yo approdano in casa Morr Music. Sono da considerarsi fra le realtà più interessanti dell’indie rock elettronica. Il loro nuovo album “The needle was traveling“ il quinto in ordine di apparizione in perfetta simbiosi con la line-up della label tedesca.

Lali Puna - Faking The Books (Morr Music / Wide)

Ancora un lavoro eccellente per l'etichetta tedesca Morr Music, di Thomas Morr, che ha prodotto il terzo disco di Lali Puna, Faking the books.
Dopo l’ormai famoso Scary world theory del 2001 i Lali Puna si mettono in luce tanto da essere apprezzati da band del calibro di Radiohead, Il cui batterista è anche finanziatore del progetto. [...]

Segui Patrizio Longo su...