AA.VV. - Monika Force (Monika / Wide)

monika

Lo stile germanico lo si intravede osservando la copertina di questo cd. Contrapposizioni che identificano e disegnano la storia, la cultura, di una nazione. Sì, la società in cui viviamo indubbiamente ci modella secondo uno stile, un’identità propria diversa dalle altre. Allo stesso tempo siamo noi a condizionare cioè che ci circonda. Un loop infinito.

Questa prefazione per mettere in contrapposizione la foto riportata sulla copertina del cd. Il centrino che identifica le culture di stile nord-europee e la freddezza di un personaggio che raffigura un guerriero tecnologico.

Un progetto relativamente giovane. “Monika Force” in questa edizione, la quarantesima dal 1997, ha voluto pubblicare le produzioni di artisti i quali fino ad ora erano solo presenti sul mercato underground.

Come accade quando i lavori sono interessanti le notizie trapelano. Abbiamo ascoltato nella ricca tracklist Masha Qrella con la sua prima pubblicazione su Morr Music. “I Want You to Know” remix affidati a Tobi Higgs; Jimmy Tamborello, il 50% dei Figurine (So Futuristic), ed ultimamente approdato nei Postal Service insieme a Gibbard. Storia della musica elettronica con Robert Lippok adesso impegnato in un progetto con Barbara Morgenstern. Non dimentichiamo i “mostri” dell’electro-pop Cobra Killer. Particolare risalto alla traccia otto dove si ascoltano Contriva in una versione remix del loro “Shadow”.

Sulla struttura portante delle diciannove tracce audio che comprendono il cd non considerando la numero venti che è un video. Scopriamo talenti meritevoli di ascolto.
L’apertura della tracklist è affidata a Chica + The Folder con il singolo “I’ll come running”. Dichiarazione di schiavitù sessuale. Ricordiamo che la selezione è stata realizzata da Gudrun Gut proprietaria della stessa etichetta. Personaggio della scena punk berlinese attiva nel movimento femminista.

Viste le premesse ci permettiamo una battuta: Un signora con cui scherzare poco!!!

Segui Patrizio Longo su...