La storia di un bambino soldato, Emmanuel Jal in "Warchild"

E' la storia di un bambino costretto "giocare" con le armi. Emmanuel Jal il bimbo soldato sudanese che diventa rapper per raccontare la sua storia.

Emmanuel Jal non conosce di preciso la sua età ma ha imparato “l'arte” per fare il guerriero e combattere con l’Armata di Liberazione del Popolo del Sudan nella guerra civile.

All'età di 13 anni ha deciso insieme ad altri compagni di non continuare ad uccidere i suoi simili è per questo è stato annoverato come disertore. La forte passione per la musica ha permesso a questo giovane artista di proseguire a vivere in un luogo di guerra.

Il nuovo album si intitola “Warchild” è rappresenta il diario di questo percorso, dove Emmanuel racconta la sua storia attraverso il rap ed il soul infiltrando la cultura della musica world. Al recente Festival del Cinema di Berlino è stata proiettata la prima di un documentario che prende il nome dal suo nuovo disco.

E' un lavoro che ha trovato numerosi consensi nel multietnico mondo della musica dove l'Artista lancia un appello forte ed invita anche gli altri artisti affincè inviino messaggi positivi al fine di far cessare le guerre che spesso vedono fra le prime linnee bambini ai quali viene imparata questa "arte".

L’album in Italia sarà distribuito da Audioglobe da metà Maggio.

Foto: kobason

Altre info myspace.com/emmanueljal

 

Segui Patrizio Longo su...