In vancanza con il nostro migliore amico

Se con l’avvicinarsi delle vacanze la gioia di organizzare il viaggio ha lasciato il posto alla preoccupazione per il vostro amico a quattro zampe (come faccio a portarlo con me? esisteranno alberghi pronti a ospitarlo? e spiagge? e mezzi di trasporto?) allora troverete senz’altro utile questa guida, disponibile anche in pdf

In Italia: se viaggiate in Italia con un cane dovete portare con voi il certificato di iscrizione all’anagrafe canina; inoltre il vostro amico deve avere il microchip.

All’estero: se viaggiate in un paese europeo dal primo ottobre 2004 è obbligatorio il passaporto europeo per cani, gatti e furetti al seguito.

Il passaporto europeo deve essere richiesto al servizio veterinario della propria Asl, con costi che variano da regione a regione. Per il rilascio è necessario che l’animale sia identificato con microchip o tatuaggio leggibile e, se si tratta di un cane, deve essere iscritto all’anagrafe canina.
Le autorità del Regno Unito, dell'Irlanda, della Svezia e di Malta richiedono inoltre che i passaporti riportino la trascrizione delle analisi per gli anticorpi della rabbia (da effettuarsi almeno 6 mesi prima della partenza per il Regno Unito, per l'Irlanda E per Malta ed almeno 4 mesi per la Svezia).

Il passaporto europeo consente l'identificazione dell'animale e del suo proprietario: il documento riporta tutte le pratiche veterinarie effettuate, il numero identificativo del microchip e altre informazioni.
Se viaggiate verso paesi extraeuropei sarà necessario rivolgersi al consolato o all’ambasciata del paese di destinazione per avere informazioni sugli adempimenti sanitari e burocratici necessari.

Dopo averla letta non vi resterà che decidere dove andare, insieme al vostro “peloso” del cuore naturalmente!

Fonte: http://www.oipaitalia.com/randagismo/vacanzea6zamp...

Foto: http://www.amici.it

Tags

Segui Patrizio Longo su...