La storia di Jacopo Mastrangelo è quella di qualsiasi giovane chitarrista in tempi di lockdown: l’idea di condividere la propria musica dalla terrazza, omaggiare i grandi della musica, creare un collegamento virtuale tra #Roma, il resto dell’Italia e il mondo. Una passione personale che diventa di tutti, un appuntamento quotidiano ma con un artista diverso che riecheggia su piazza Navona deserta e nei cieli di #Roma, un momento capace di coinvolgere idealmente tantissime persone nello stesso momento.
Insieme a Patrizio Longo, durante il sabato pomeriggio on air di “Wee Play System”, abbiamo incontrato Jacopo e chiacchierato con lui di questa esperienza diventata virale e molto seguita sui social, oltre che del futuro di questo progetto musicale che non può assolutamente fermarsi al “periodo dei balconi” che hanno accompagnato questa pandemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.