Intervista a Serge Santiago

L’esperienza musicale di tuo padre quanto ha influenzato le tue scelte artistiche?

Ho avuto la musica nel mio background per tutto il tempo in cui sono cresciuto. Ascoltarlo mentre ascolta un nastro oppure suona la chitarra, ti si incorpora dopo così tanti anni.

La variegata scena underground inglese continua a tuo avviso essere fucina di talenti oppure in questi ultimi anni il sollevante presenta le “NUOVE” leve?

Ti dico la verità, non penso che ci sia un numero cosi' impressionante di talenti, se guardi bene, puo' darsi che venga dall'inghilterra ma il più delle volte è un artista che viene dall'estero ma lavora in UK, e sicuramente l'Oriente è una sorgente id nuovi talenti.

Cosa ricordi del periodo in cui collaboravi con Matt Edwards alla realizzazione di importanti remix per Artisti Internazionali?

No comment, (Non sento la necessità di parlare di Matt Edwards).

Che rapporto hai con il file sharing favorevole o contrario?

Io sono a favore di un aspetto: penso che tu sia alla ricerca di materiale di musica, tu possa avere l'opportunità di trovarla e ottenerla in qualsiasi luogo tu ti trovi, perchè la musica porta pace interiore ma sono contro chi la ruba per venderla e ottenere un guadagno personale.

Curiosando nella tua discoteca privata quale dischi troveremmo?

Io sono un grande fan di Minni Ripition, amo molto la sua voce... inoltre dall'altro lato dello spettro c'è Barry White. Sono anche un appassionato di soft rock, ma questa è un altra storia...

Si è Artisti quando si lavora con i computer oppure lo si è solo quando si suona uno strumento?


Un vero artista è qualcuno che riesca a creare qualcosa dal nulla usando qualsiasi cosa senta la necessità di usare, sia che sia un piano o un computer... le sua mani, la sua immaginazione, qualsiasi cosa.

Segui Patrizio Longo su...