Tony Maiello

Intervista a Tony Maiello: "Il linguaggio della resa"

Intervista a Tony Maiello: "Il linguaggio della resa"

L'abbiamo incontrato pochi giorni prima dell'inizio della manifestazione augurandogli di vincere e così è stato.

Al microfono di Patrizio Longo con Tony Maiello, bentrovato?

Ciao Patrizio, grazie per l'invito.

E adesso? Inizia tutto da qui?

Sì, è sicuramente un bell'inizio, un'opportunità che capita poche volte. La sfrutteremo al massimo, e speriamo bene. Veramente un grande inizio... e speriamo che non sia la fine. (ride)

Se hai voglia, ripercorriamo gli attimi che hanno preceduto la nomina a vincitore?

Ero dietro le quinte, ed Antonella stava per ricevere la busta... due minuti prima - e te lo racconto perché è stata la cosa più bella di tutto il festival, al di là delle conoscenze e dell'esperienza in sé - si è avvicinato un microfonista e mi ha messo l'auricolare. Mi sono chiesto, ovviamente: «Perché solo a me l'auricolare? Non vedo nessun altro che lo porti...» E allora mi hanno detto: «Devi mettere l'auricolare, perché se vinci devi ricantare.» E in quel momento ho iniziato a rendermi conto di qualcosa, tanto che sono entrato sul palco piangendo, già emozionatissimo. Non è che io non creda in me stesso, ma quello di vincere è pur sempre un sogno. Partecipare è già tanto. da lì a vincere passa un po' di tempo.

Intervista audio a Tony Maiello: «Ho marinato la scuola per andare a cantare»

Intervista audio a Tony Maiello: «Ho marinato la scuola per andare a cantare»

6:22 minutes (4.37 MB)

L'abbiamo incontrato pochi giorni prima dell'inizio del Festival augurandogli di vincere e così è stato.

Al microfono di Patrizio Longo con Tony Maiello che racconta del nuovo disco Il linguaggio della resa, del videoclip, delle letture, "imposte" da Mara Maionchi ed Alberto Salerno e ci confida di aver marinato la scuola, a volte, per dedicarsi al canto.

Si conferma, essere, un ragazzo che sta vivendo un sogno e che sta impegnando tutte le risorse per far sì che questo diventi la sua principale attività anche se ci confessa di voler, riprendere gli studi di architettura, interrotti prima che iniziasse questa avventura.

Foto: fmphotographers

Tony Maiello il vincitore al Festival di Sanremo per la sezione "Nuova Generazioni" 2010

Tony Maiello il vincitore al Festival di Sanremo per la sezione "Nuova Generazioni" 2010

Un percorso segnato da tappe importanti, la prima con l'avventura ad X-Factor, nel 2008 e adesso l'appuntamento al Festival di Sanremo, nella categoria: "Nuova Generazioni". Annunciavamo con queste parola l'intervista a Tony Maiello che nella serata dedicata ai giovani si classifica al primo posto, ricevendo così il premio Leone D'oro dal Sindaco della Città.

Il linguaggio della resa, raccontava Tony, essere una canzone nata in una notte: non volevo parlare del classico amore e dello star bene insieme, ma volevo raccontare di una storia finita. Il linguaggio della resa è proprio il dar voce al silenzio che segue la fine di una storia. Quindi anche la rivincita, il momento in cui uno dice: «Va bene, adesso andiamo avanti, non è finito niente.» La vita continua anche senza di lei, in questo caso senza l'altra metà.

Dopo il primo Ep dal titolo: Ama Calma, un disco che ha visto la supervisione di Ron, adesso Tony dovrà registrare il nuovo album che conterrà la canzone vincitrice a Sanremo 2010, nella categoria Nuova Generazioni.

Intervista a Tony Maiello che aspetta il Festival di Sanremo con il brano "Il linguaggio della resa"

Intervista a Tony Maiello che aspetta il Festival di Sanremo con il brano "Il linguaggio della resa"

Un percorso segnato da tappe importanti, la prima con l'avventura ad X-Factor, nel 2008 e adesso l'appuntamento al Festival di Sanremo, nella categoria: “Sanremo Nuove Generazioni”.

Al microfono di Patrizio Longo, incontriamo Tony Maiello. Bentrovato Tony!

Ciao patrizio, buongiorno a tutti!

In una parola, cosa ricordi dell'esperienza di X-Factor?

In una parola: fantastica. A dir poco. Ricordo un sacco di esperienze che mi hanno fatto crescere tantissimo, fino ad arrivare ad oggi.

Adesso, come ti stai preparando per Sanremo?

Sto cantando tantissimo, e per i primi tre o quattro giorni sono stato quasi sulle nuvole. Poi stiamo chiudendo il disco che uscirà subito dopo Sanremo, quindi sono un po' in giro. Mi sto preparando soprattutto psicologicamente, devo dire. Dietro ad un ledwall ci sono già stato ad X-Factor, ed ora ci sarò di nuovo a Sanremo... speriamo bene. Sono molto tranquillo... beh, abbastanza tranquillo, diciamo.

Intervista a Tony Maiello: aspettando il Festival di Sanremo 2010

Intervista a Tony Maiello: aspettando il Festival di Sanremo 2010

4:09 minutes (2.86 MB)

Un percorso segnato da tappe importanti, la prima con l'avventura ad X-Factor, nel 2008 e adesso l'appuntamento al Festival di Sanremo 2010, nella categoria: “Sanremo Nuove Generazioni”.

Al microfono di Patrizio Longo incontriamo Tony Maiello.

foto: tony.nonholeta.it

Segui Patrizio Longo su...