Perlè

Intervista a Perlè: "Il Blue e il Nero" un disco dell'anima.

Intervista a Perlè: "Il Blue e il Nero" un disco dell'anima.

Musica ricca come un fiume in piena che percorre la strada insieme ad una buona dose di rock ed tanto sentimento. Questi i principali caratteri per Il blue e il Nero (2009 - La Rosa).

Un lavoro concepito in assoluta solitudine che mette in relazione l'autore con le proprie paure. Un lavoro di passaggio ed un viaggio senza filtri verso i propri poli opposti.

Al microfono di Patrizio Longo incontriamo Gianluigi Scamperle, in arte Perlé, bentrovato?

Ciao Patrizio, bentrovato anche a te..

Come nasce questo tuo primo lavoro, quale il bisogno?

Il progetto è nato come un lungo parto. Sentivo l'esigenza di sviscerare certi miei aspetti e stati d'animo fino ad allora affrontati ma non completamente risolti. Aspetti riguardanti l'amore, la rabbia, il sesso e la dolcezza. Aspetti a volte contrastanti tra di loro - molto spesso per me!! E così sono nati i brani, molti, che poi in buona parte sono finiti sul disco Il Blu e Il Nero.

Potremmo definirlo un lavoro di passaggio?

Credo di sì. È un disco che per me ha aperto molte porte, sensoriali intendo. Questo disco in un certo senso mi ha completamente liberato. ora sono molto più in pace con me stesso, mi voglio più bene.

Perlè: "Scivola"

See video

Il videoclip si muove sulle stesse linee di luce ed ombra che caratterizzano l'album il Blu e il Nero di Perlè.

Lo "scivolare" del serpente e la danza di Perlè intorno al fuoco suggeriscono un attitudine artistica del musicista, volta ad ordinare gli elementi attraverso parole, note e battiti.

Regia e soggetto di Alessandro Gioia, riprese e montaggio di Videolana Production e postproduzione di Paolo Shama. Con la partecipazione di Alessandra Gismondi.

Segui Patrizio Longo su...