Una Pasqua di pace senza agnelli

Lui è un piccolo agnellino che sarà presentato sulle tavole degli italiani per la "tradizione" in segno di Pace. Ad appena un mese di vita verrà strappato alla mamma e stipato in un tir per essere trasportato. Se sopravviverà al viaggio estenuante, senza cibo né acqua, arriverà nell’inferno del macello.

Immobilizzato, stordito e infine sgozzato, morirà lentamente, per dissanguamento. Mentre ciò avviene gli altri agnellini assistono al massacro, percepiscono l’odore del sangue e attendono terrorizzati il loro turno, per essere poi uccisi allo stesso modo.

Ogni anno 900.000 agnelli, tolti prematuramente alle proprie madri, vengono immolati per le tavole degli italiani, in nome della tradizione.

Quest’anno rinunciate alla morte degli innocenti e festeggiate una Pasqua di pace per tutti!

Due gli appuntamenti contro la strage degli innocenti a Pasqua:

  • Sabato 4 aprile - ore 20.30 - Piazza della Repubblica – Firenze
  • Giovedì 9 aprile - ore 10:30 - Via Mercanti angolo P.zza Duomo – Milano

Per info clicca www.oipaitalia.com

Segui Patrizio Longo su...